Rappresentazione malsana dello scempio che produce la TV sui bambini.

La televisione come mangiatrice delle menti dei bimbi. Mezzo di comunicazione che si contrappone, attraverso l’immagine, alla fantasia e alla creatività suscitata dalla lettura.