Le meravigliose lettere pendenti e volatili che EFIALTE ha documentato nella loro nascita algherese in questo post con fotografie si sono appollaiate ieri sui cinquecenteschi muri del Palazzo d’Usini, e ci stavano benissimo: le foto documentano il loro benessere e la loro indisciplina.

dsc01541.jpg dsc01542.jpg dsc01543.jpg dsc01546.jpg
Gli efialtidi sono riusciti a installare l’espressione “Molte cose nel mondo sgo”.

dsc01552.jpg

Nella notte di oggi, la più furibonda notte di vento su Sassari, le lettere sono state rivoltate violate incrociate e strappate da forze opposte e danzanti. Sono state rimosse, e custodite pietosamente. Chi oserà dire ancora che è aprile il più crudele dei mesi?